//
you're reading...
Uncategorized

Manovra

Sono andato a pranzo con il segretario del Ministro. Aveva urgenza di incontrarmi e ci siamo visti al solito bar vicino al Senato. Ormai nessuno parla più al telefono per paura delle intercettazioni. Il bar ha attrezzato alcune sale per i politici che lo frequentano. Completamente schermate, i cellulari non hanno campo.

Il segretario è preoccupato. Quando entro nella sala lui è già dentro, mi aspetta nervoso.  Mi saluta con una stretta di mano molle e ci sediamo. “Abbiamo bisogno di una strategia di comunicazione”, mi dice “la borsa sta crollando. Una sberla così ci rovina, il Ftse Mib rischia il ballo di San Vito come due anni fa. Ci stanno rosicchiando, vogliono farci fare la fine della Grecia e i nostri amici delle banche stanno perdendo un sacco di soldi”. Lo ascolto in silenzio. “non è solo speculazione come abbiamo fatto scrivere fino ad oggi. La Consob ci ha confermato che non c’entrano avventurieri senza scrupoli e non è un attacco delle cavallette come durante la crisi. Da giorni tutto il mondo vende Italia e non sono vendite allo scoperto come abbiamo fatto credere, ma le vendite sono effettive. Nessuno vuole tenere i nostri titoli, stiamo diventando appestati e la peste si contagia troppo in fretta”.

Il Ministro che dice?”, gli chiedo, per capire i miei margini di intervento. “Dobbiamo salvare il salvabile. Bisogna ribadire che la manovra finanziaria che arriverà in Parlamento nei prossimi giorni è seria e raggiungerà gli obiettivi chiesti dall’Europa. Il Ministro ha sentito la Cancelliera tedesca e sarebbe pronta a fare una dichiarazione positiva della nostra manovra. Questo dovrebbe metterci al riparo per un po’. Anche il presidente dell’Unione e della Banca Centrale sarebbero pronti a fare dichiarazioni in nostro favore”. “Non servirà a rasserenare i mercati”, gli dico senza giri di parole. “Alle Sim e alle agenzie di rating non interessano i giornali italiani e non guardano i nostri tigì. Con le bufale possiamo rasserenare l’elettorato ma non i mercati”. Il Segretario mi guarda, si aspetta da me qualcosa. Ma non basterebbe una magia. “L’unica strategia è approvare la manovra finanziaria in Parlamento nel più breve tempo possibile. Il decreto va bene, rispetta gli impegni, non c’è da fare di più, c’è da fare presto“, gli dico “va coinvolta l’opposizione, diciamogli che siamo sotto attacco di speculatori, appelliamoci allo spirito di emergenza nazionale contro il nemico invisibile. Chiamo un mio amico alla Consob, non deve uscire la notizia che tutti stanno vendendo i nostri titoli perché nessuno li vuole più”, “facciamo uscire lo stesso le dichiarazioni di autorità straniere che dicono che la nostra manovra è buona?”, “si, ma non servirà a frenare le vendite in borsa”, “ma rassicurerà gli elettori e ammorbidirà l’opposizione, giusto?”, “questo si, lo dica pure al Ministro. Dipende sempre da qual è lo scopo, se salvare l’Italia dalla crisi o se farsi rieleggere alla prossima tornata”. Il Segretario mi guarda e annuisce, riferirà al Ministro, ma immagino già cosa ne dirà.

Esco fuori in strada. Fa caldo a Roma stamattina, farà ancora più caldo nei prossimi giorni. Prendo il telefono e faccio il numero del Direttorissimo. Una semplice chiamata di cortesia, niente di intercettabile, ma lui capirà.

Annunci

Discussione

2 pensieri su “Manovra

  1. beh, ma scusate si è scoperta l’acqua calda, non vedo che ci sia di strano, la politica gira cosi’ da tempo immemore tranquillizzare la popolazione comunque fa parte delle strategie governative di tutti i paesi del mondo, poi c’è chi si fa abbindolare a ammansire e c’è chi ci ragiona su, ma ragazzi l’italiano è sempre stato schiavo, a partire dal medioevo succube di duchi e baroni, una dinastia savoia che ha passato la mano a l duce, poi c’è stato il ventennio della ricostruzione poi ancora la crisi del petrolio, ma ricordiamoci che chi c’è al governo lo mettiamo noi, dai Savoia al duce a craxi a berlusconi, Popolo sovrano caprone e ignorante!!!!

    Pubblicato da Anonimo | luglio 12, 2011, 9:58 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Segui assieme ad altri 6 follower

Blog Stats

  • 1,096 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: